L’australiano Willi Fantom è il 21esimo iscritto alla GSC

L’australiano Willi Fantom di Hobart sta attualmente circumnavigando l’Australia promuovendo la sua campagna Solo Sailor For The Disabled in fedele compagnia del suo cane Capt Mistchief. Sono stati in mare insieme negli ultimi tre anni diventando inseparabili.

Dopo questo tour di beneficenza in Australia, Willi inizierà i preparativi per la Global Solo Challenge modificando la barca come richiesto dai regolamenti e partendo dall’Australia occidentale diretto verso Capo di Buona Speranza, quindi verso l’Europa, per essere alla partenza della GSC nel settembre 2023.

Un piano che richiederà uno studio approfondito dei venti dominanti e delle condizioni meteorologiche stagionali per navigare in verso ovest per mezzo giro del mondo verso La Coruña.

Intervista

Da dove nasce la tua passione per la vela?

L’indipendenza nella vita e l’avventura mi hanno portato a scegliere di navigare tre anni fa. Ero perso e non sapevo cosa fare di me stesso, stavo navigando sul web e mi sono imbattuto in un canale You Tube di Sailing Nadji e da quel momento in poi sono stato rapito. Ho dovuto comprare uno yacht e salpare per tanti motivi, poco più di 14.000 miglia nautiche e tre yacht dopo non tornerò mai più a terra ho trovato la mia casa tra i mari. Protetto da Stella Maris.

Quali lezioni hai imparato dalla vela?

Domanda interessante in quanto questa non potrebbe essere una risposta facile! A parte i modelli meteorologici, le tecniche di navigazione e la navigazione celestiale che ho imparato da solo attraverso tentativi ed errori e ascoltando coloro che hanno una solida esperienza di navigazione, ho imparato di più su chi sono nella mia anima e sul sé spirituale, cosa mi fa sentire, cosa fa scattare la mia ansia e stare in pace da solo tra strane acque legate dai veri elementi della natura, un completo senso di libertà. Non mi sono mai sentito vincolato dalle leggi del mare. Un vero senso di valore, fiducia nella mia capacità di affrontare ciò che la vita mi riserva e fiducia in me stesso che ho vissuto in modo simile nel mio cuore. Ho imparato tutto da solo, tutto ciò che so l’ho appreso attraverso l’esperienza di vita e la vela è molto pratica, la adoro e non vedo l’ora di prepararmi per la regata.

Cosa ti ha portato ad amare la vela in solitario?

Devo dire che è come quello che ho detto sopra, siamo solo io e Capt Mistchief il mio cane… perfetto per un marinaio solitario che vive con ansia e agorafobia…

Cosa ti ha spinto ad iscriverti a questo evento?

È quello che cerco di fare da quando ho iniziato a navigare. Sto navigando per un minimo di dieci anni intorno al mondo e in Australia, Nuova Zelanda, promuovendo la mia campagna Solo Sailor For The Disabled, e per farlo in modo efficace e sicuro una regata sarebbe perfetta per me per poter realizzare i miei desideri più sinceri. E verrà permesso di partecipare con il mio cane.

Come pensi di prepararti per questo evento?

Devo essere onesto, questo sarà un lavoro in corso. L’evento non è fino al settembre 2023… Devo dire che per ora mi sto preparando e studiando per cose come modifiche alla barca, sponsorizzazioni e simili. Ma prima voglio finire il giro dell’Australia e raggiungere come minimo la linea di partenza.

Quale pensi che sarà la sfida più grande?

L’intera gara sarà una grande sfida dopo l’altra. Nel mio caso la regata con un cane porterà un livello completamente nuovo di sfide. E la parte più difficile è che sarà tutto da imparare con l’esperienza.

Parlaci della tua barca o della barca che vorresti avere.

SV Skeese è stata costruita in Inghilterra nel 1996 e ed è stata di proprietà di tre armatori britannici fino a quando una giovane coppia l’ha portata in Australia quando si chiamava Newtsville. Ho acquistato Skeese lo scorso anno a settembre 2020, è la mia terza barca. Un bel Colvic Countess Cutter Rig Sloop rosso e bianco con ponti in teak e un pozzetto centrale costruito solidamente e per lunghi passaggi in condizioni difficili in tutta comodità.

Intendi collegare questa sfida personale con un messaggio sociale?

Sì, vedere questo collegamento: Solo Sailor For The Disabled.

Esperienza di vela

Tre anni di navigazione in autonomia e non ho mai regatato oltre che contro me stesso e ottenendo il più possibile dal mio armo e dalle mie vele.

La Barca

Nome barca: SV Skeese

Modello di barca: Colvic Countess 37 Cutter Rig Sloop

Progettista della barca: ColvicCraft England

LOA: 37ft

Dislocamento (kg): 3700 kg

Notizie

Articoli