I corsi RYA: un percorso strutturato che manca in Italia

Il percorso dei Corsi RYA in mare e a terra

I corsi della RYA (Royal Yachting Association) sono rispettati e riconosciuti in tutto il mondo. Ho fatto l’esame per lo Yachtmaster™ molti anni dopo aver fatto la patente italiana. Avevo già attraversato l’Atlantico in solitaria alla OSTAR. Nonostante questo l’esame fu tutt’altro che una passeggiata. Io e il mio co-skipper Paul Peggs lo facemmo da privatisti noleggiando un J109 e facendo arrivare l’esaminatore a bordo.

Solitamente l’esame dura ben 24 ore, ma gli esaminandi possono essere 6-8 per sessione. Noi pur essendo in due rimanemmo in mare per circa 16 ore in un freddo giorno di autunno. Eravamo nel Solent, per chi ci ha navigato, con correnti di marea di 3-5 nodi ed una escursione di 4-5 metri non è semplice. Gli esercizi richiedono rapidità di pensiero ed esecuzione. Le domande sono a raffica e oltre a portare la barca dovremo dimostrare davvero di essere competente.

Corsi RYA

A noi serviva ottenere l’endorsement commerciale dello Yachtmaster™ per fare commerciali con ospiti paganti. Essendo l’Inghilterra non ti puoi improvvisare con una ASD e far figurare le attività come ludico sportive. Noi peraltro portavamo fuori clienti di clienti, legati alla sponsorizzazione per la Route du Rhum. Non sapevamo mai chi veniva a bordo e se mai si fosse fatto male qualcuno rischiavamo davvero grosso. Quindi abbiamo seguito alla lettera la normativa e siamo diventati Yachtmaster™ Offshore con endorsment commerciale.

Il vuoto morale dell FIV

La Federazione Italiana Vela non ha nessun meccanismo per avvicinare il diportista alla vela. I percorsi per gli istruttori non seguono una logica di competenza ma di affiliazione e monetizzazioe. Alla fine del mio giro del mondo ho chiesto direttamente a Carlo Croci che incontrai a Milano quali percorsi si aprivano per me. “Nessuno”, fu la risposta, se volevo una qualifica come “Esperto velista avrei dovuto fare i 2 anni di tirocinio presso uno yacht club.

Il fatto stesso che la RYA offra lo Yachtmaster™ come esame che si può affrontare in qualsiasi momento da privatista evidenzia le differenze. I corsi RYA sono finalizzati a farci imparari, ma quando si parla di qualifiche non è una questione di soldi per la RYA ma di competenze. Questa è una cosa che trovo imperdonabile ad una FIV che vive solo di logiche economiche. Tesseramenti e contributi per le partecipazioni alle olimpiadi, del velista in sé si interessa poco.

Glenans

In francia esiste il modello dei Glenans, in Inghilterra quello più formale ed orientato anche ai professionisti della RYA. In Italia il vuoto morale della FIV non potrà che continuare a danneggiare l’intero comparto. Le scuole di vela si devono inventare corsi e livelli senza alcuna valenza formale. Ho gestito per quattro anni il Centro Italiano Vela d’Altura e invece di essere accolto dalla FIV sono stato allontanato. La logica sempre quella della conservazione dei giardinetti di competenza. Della vela, in italia, istituzionalmente, non interessa a nessuno se non economicamente.

Corsi RYA in Mare

La RYA ha creato e definito corsi per ogni livello che come in un video game ti permettono di accedere al successivo. Salvo poi,  e qui secondo me sta il vero genio, non esserci alcun prerequisito formale per fare l’esame dello Yachtmaster™. Questo perchè puoi avere tutte le pezze di carta di questo mondo, ma se non sai portare una barca non passerai mai uno Yachtmaster™. Proprio per questo motivo potemmo accedere all’esame da privatisti.

Per quanto riguarda i corsi a terra, di cui parleremo sotto, alcuni hanno una loro validità come corsi a sè stanti, di specializzazione. I corsi teorici preparatori per arrivare a fare lo Yachtmaster™ (Coastal o Offshore) di per sé non hanno alcuna validità pratica. Non conferiscono alcuna certificazione, che si ottiene solo facendo l’esame pratico. Esame che non ha nulla a che vedere con la farsa dell’esame italiano.

Corsi RYA - Yachtmaster

Vediamo ora i corsi in mare, partendo dal primo, introduttivo pensato per chi non è mai salito in barca. In Italia non esiste nessuno schema del genere. A parte la teoria studiata per la patente, il resto della gente naviga senza neanche sapere come dare volta a una bitta. Il problema della nautica italiana è dunque anche uno di mancanza di cultura e uno di indifferenza della FIV. Una federazione che da sempre si preoccupa di atleti e olimpiadi e dimentica centinaia di migliaia di diportisti e regatanti da “veleggiata” senza velleità professionistiche.

Corsi RYA: Start Yachting

E’ un corso introduttivo per neofiti completi. Alla fine del corso avrai acquisito esperienza a timonare una barca, controllare le vele, maneggiare le cime e la sicurezza a bordo.

Coloro che detengono il certificato Start Yachting possono passare al corso Competent Crew in forma ridotta a tre giorni o due weekend.

PrerequisitiNessuno
Conoscenza richiestaNessuna
Durata minima2 giorni
Età minimaNessuna
ContenutiLa barca, maneggiare le cime, la navigazione, le regole anticollisione, recupero uomo a mare, vestiti ed equipaggiamento, equipaggiamento di emergenza e precauzioni, meteorologia.
Abilità acquisiteConoscenza introduttiva della barca a vela.

Corsi RYA: Competent Crew

Questo corso è per principianti e coloro che vogliono diventare membri attivi dell’equipaggio e non semplici passeggeri.

Prova l’esperienza di vivere a bordo e conoscere la barca. Tutto il corso è molto pratico: sei un membro dell’equipaggio. Senza di te le vele non si isseranno e la barca non verrà condotta.

Alla fine del corso dovresti essere in grado di timonare, maneggiare le vele, mantenere una veglia. Ma anche remare un tender ed assistere con la vita di bordo. Si spera nel frattempo avrai visitato luoghi interessati e ti sarai divertito.

PrerequisitiNessuno
Conoscenza richiestaNessuna
Durata minima5 giorni. Spesso divisi in 3 weekend o 3 giorni infrasettimanali ed un weekend.
Età minimaNessuna
ContenutiConoscenza di terminologia nautica e componenti della barca. Manovre fisse e correnti, vele, manovre, maneggiare cime. Prevenzione incendi ed estinzione incendi a bordo, equipaggiamento di sicurezza personale. Uomo a mare, equipaggiamento di emergenza, meteorologia, mal di mare. Capacità di timonare, ruoli sulla barca, educazione e buone pratiche marinaresche. Prevenzione collisioni, gestione di un tender incluso remare.
Abilità acquisiteCapacità di timonare, manovrare le vele, mantenere una veglia, remare un tender e assistere con tutti i compiti a bordo.

Corsi RYA: Day Skipper

Questo è il corso per aspiranti skipper con già qualche esperienza e conoscenze di navigazione e vela di base.

Imparerai ad essere skipper durante una breve rotta con un istruttore pronto a fornirti consiglio e incoraggiamento e garantire la sicurezza. Proverai l’esperienza di essere al comando, prendendosi il merito quando tutto andrà bene e la responsabilità quando le cose andranno storte.

Prima di imbarcarti per questo corso, se le tue conoscenze di vela sono arrugginite, puoi fare un corso come il RYA Level 2 dinghy su deriva. Questo ti aiuterà a veleggiare su un dato percorso e controllare velocità della barca con le vele.

Se invece hai prima bisogno di approfondire la navigazione, puoi prendere parte al corso a terra “Day Skipper”.

Prerequisiti5 giorni di navigazione, 100 miglia, 4 ore di navigazione notturna a vela
Conoscenza richiestaTeoria al livello del corso Day Skipper che è consigliato ma non obbligatorio
Durata minima5 giorni. Spesso divisi in 3 weekend o 3 giorni infrasettimanali ed un weekend.
Età minima16
ContenutiPreparazione prima di salpare, lavori in coperta, navigazione, meteorologia, prevensione delle collisioni. Manutenzio