L’americano David Linger è il 51° iscritto alla Global Solo Challenge 2023/2024

David Linger di Seattle è il 4° americano a iscriversi alla Global Solo Challenge e l’11° Class40/Open40 nella flotta, barca che si sta rivelando la scelta più diffusa per questo evento. David era da tempo in contatto con i promotori e di recente ha fatto il grande passo di acquistare “Koloa Maoli”, un Class40 progettato da Owen Clarke Design e costruito da Jazz Marine, in precedenza conosciuto come “Bolands Mills”. Ispirato dai suoi eroi del mare e dal suo sogno di una vita di circumnavigare il mondo in solitaria, è arrivato il momento giusto e l’allineamento dei pianeti ha permesso a David di prendere parte a questa grande avventura. Il numero degli iscritti continua a crescere e ce ne sono ancora parecchi che potrebbero entrarci, e, come ha detto uno dei partecipanti, se anche solo la metà arrivasse alla linea di partenza la GSC sarebbe comunque un successo clamoroso. Siamo molto orgogliosi di aver colto nel segno con il format e lo spirito di questa manifestazione e speriamo negli anni di vederla crescere in modo sostenibile e organico.

Intervista

Da dove viene la tua passione per la vela?

Come navigatore da tutta la vita, i miei eroi dell’infanzia erano tutti avventurieri e marinai. Chichester, Colas, Tabarly. Grandi avventurieri e marinai che hanno rinnovato e fatto cose incredibili!

Che lezioni hai imparato dalla vela?

Lavoro di squadra e intraprendenza sono indispensabili per attraversare gli oceani in barca, se qualcosa si rompe o non funziona più devi trovare una soluzione praticabile per uscire dall’impaccio.

Cosa ti ha portato alla vela in solitaria?

L’essere in grado di risolvere problemi e il fare le cose “a modo mio”, e il portare in sicurezza una barca da A a B.

Cosa ti ha portato a iscriverti a questo evento?

E’ stata una combinazione di cose giuste al momento giusto della mia vita che mi ha portato a fare questo viaggio intorno al nostro pianeta!

Come intendi prepararti per questo evento?

Beh, navigherò con “Koloa Maoli” quest’estate per prendere dimistichezza con la barca, poi percorrerò la lunga distanza in solitaria per la qualificazione. Un refitting in inverno, per alcune modifiche e aggiornamenti agli impianti. Sto partendo dai requisiti di “Sicurezza in Mare” e otterò il brevetto di primo soccorso durante l’inverno.

Quale credi sarà la più grande sfida?

Arrivare alla linea di start è di sicuro una grande sfida già di per sé, ma lasciare la Spagna alla partenza sarà grandioso! Verso l’ignoto!

Parlaci della tua barca o di quella che vorresti avere.

Ora posseggo un Class40! USA #15 Koloa Maoli, ex “Bolands Mill”; questa è una barca nuova per me e quindi ci vuole un po’ di studio e di pratica! I miei amici e io navigheremo in estate e in autunno per renderci conto di cosa occorra per prepararla alla Global Solo Challenge (mi vengono in mente una piccola stufa, e un dissalatore!)

C’è altro che vorresti aggiungere?

Non vedo l’ora che inizi questa incredibile avventura con un variegato gruppo di velisti con lo stesso obiettivo, un viaggio intorno ai grandi Capi!

Esperienza di vela

Più di 20.000 miglia percorse. Attualmente impegnato in regate Classe 6 Metri a livello locale e internazionale, e nel supporto ai regatanti della gara in Alaska “R2AK” con l’organizzazione della corsa e dell’assistenza.

La barca

Nome: Koloa Maoli

Progetto: Jazz Marine Class 40 (Owen Clarke Design)

Numero velico: USA 15

Anno: 2006

LOA: 40ft

Dislocamento: 4500kgs

Invelatura di bolina: 115m2

Invelatura alle portanti: 250m2