Lo skipper francese Jérôme M. è il 34° iscritto alla Global Solo Challenge

Lo skipper francese Jérôme ha già messo gli occhi sulla barca che secondo lui ha le caratteristiche per partecipare alla Global Solo Challenge, ma andare a vedere e concludere l’acquisto della barca sono stati molto ritardati dalle restrizioni di viaggio legate al COVID. In questa fase desidera essere conosciuto solo con il suo nome, tuttavia ha voluto fare il primo passo personale verso il suo impegno di essere sulla linea di partenza di questo evento registrandosi come “Full Entry” e darsi un obbiettivo concreto. Jérôme vede questa come una magnifica opportunità per vivere un’avventura straordinaria e unica. Gli organizzatori sono lieti di accoglierlo come 34° iscritto alla GSC, 10° tra gli skipper francesi, e possono anticipare che un ulteriore iscritto francese, a bordo di un Class40, sarà annunciato entro la fine della settimana.

Con la fine della pausa estiva e il ritorno al lavoro e la quotidianità, sembra che pianificare una sfida così incredibile stia stimolando l’immaginazione di molti. Il numero di richieste e iscrizioni alla Global Solo Challenge ha avuto un’accelerazione ulteriore dall’inizio di settembre, anche al di là di ogni ottimistica aspettativa, in un crescendo costante che accompagna questa prima edizione dell’evento nel suo viaggio verso La Coruña nel settembre 2023.

Intervista

Da dove nasce la tua passione per la vela?

Non sono cresciuto tra marinai o amanti del mare. La vela e i lunghi viaggi sono un sogno d’infanzia che ho coltivato da lontano e molti anni prima che potessi toccarlo di prima mano. Un amore platonico che si è materializzato all’età di 30 anni e ha cambiato la mia vita…

Quali lezioni hai imparato dalla vela?

Le mie prime lezioni sono arrivate molto velocemente… Ho dovuto barattare un po’ della mia noncuranza con più rigore e molta arroganza con più umiltà. La vela mi ha insegnato molto su me stesso e mi ha dato una visione diversa del mondo.

Cosa ti ha portato alla vela in solitaria?

Ho iniziato navigando da solo il giorno in cui finalmente ho comprato la mia prima barca, ho preparato tutto e sono partito in solitaria.

Cosa ti ha spinto ad iscriverti a questo evento?

Competizione a parte, la vedo soprattutto come una sfida personale. È una magnifica opportunità per vivere un’avventura straordinaria, unica.

Come pensi di prepararti per questo evento?

Tanto da preparare! Non ancora fatto un elenco esaustivo… Questo ovviamente richiederà un’adeguata preparazione della barca, dovrò allenarmi alla navigazione in un ambiente ostile e cercare di anticipare il più possibile eventuali problemi che potrebbero sorgere.

Quale pensi che sarà la sfida più grande?

Raggiungere il traguardo senza troppi danni!

Parlaci della tua barca o della barca che vorresti avere.

Da tempo avevo in mente una barca che ha le caratteristiche che sto cercando. Ma a causa delle restrizioni di viaggio causate dal COVID non sono ancora riuscito a finalizzarne l’acquisto.

La Barca

TBA

Notizie

Articoli